NEWS SENSORI E NOVITÀ RICEVITORI GPS

NovAtel – Rilasciato nuovo firmware per ricevitori OEM729, OEM719 e OEM7700

NovAtel Inc. è lieta di annunciare il rilascio del firmware OM7MR0200RN0000 (7.200) per la nostra nuova generazione di Ricevitori modello OEM729, OEM719 e OEM7700. L’interfaccia del software 7.200 è retro compatibile con il software della serie prodotti OEM6 con l’aggiunta delle seguenti caratteristiche principali:

  • Interference Toolkit: Utilizzando NovAtel Connect 2.0, consente all’utente di rappresentare visivamente i livelli di spettro RF per rilevare e mitigare le interferenze RF manualmente. Il ricevitore rileva automaticamente le interferenze in banda e le segnala nella parola RXSTATUS
  • TerraStar-L service: I ricevitori NovAtel della serie OEM7 ora supportano TerraStar-L, un nuovo servizio di correzione Precise Point Positioning (PPP) per ampie applicazioni di precisione (40cm) come l’agricoltura e la costruzione. Inoltre supporta GIS. TerraStar-L un abbonamento che fornisce un servizio di correzione che viene distribuito a livello globale attraverso i satelliti. Sia per TerraStar-C che per TerraStar-L l’erogazione dei servizi di correzione è eccezionalmente affidabile grazie ad un’ampia infrastruttura di rete TerraStar costituita da stazioni di riferimento a livello mondiale, e centri di controllo ridondanti
  • RTK Assist: Consente agli utenti di mantenere il livello di precisione RTK anche durante correzioni o interruzioni. RTK ASSIST utilizza più satelliti geostazionari per la sua distribuzione delle correzioni ed è disponibile a livello globale. Per utilizzare RTK ASSIST, il ricevitore NovAtel deve avere le opzioni RTK Positioning e tracciamento L-band. Inoltre, il ricevitore deve avere un abbonamento RTK ASSIST attivo
  • New Land Profile for INS: Offre vantaggi di prestazioni per veicoli terrestri tra cui: Dead Reckoning funzionalità di navigazione stimata per la perdita prolungato di segnali GPS, Robust Alignment routines e Improved Attitude performance

Per una sintesi delle nuove implementazioni della serie OEM7 si prega di fare riferimento alla guida di integrazione per le serie OEM6 e OEM7 sul nostro portale documentazione. Nuovi cambiamenti per la serie di ricevitori OEM7:   http://docs.novatel.com/OEM7 . Compatibile con Windows 10, NovAtel Connect 2.0 ha un nuovo look and feel e consente una facile interfaccia grafica per comunicare con la serie OEM7 di ricevitori.

7200-SW-Release-Announcement

Febbraio 16, 2017 / by / in
Xsens – Rilasciato il nuovo software 4.7 per le serie MTi 1, 10, 100

Qui è possibile scaricare l’ultima versione del MT Software Suite e per effettuare il download del MT Software Suite non sono necessarie licenze.. La Suite MT Software è specificamente progettata per la 4 ° generazione di MTi tra cui: MTi 1-serie, MTi 10-series, MTi 100-series, MTI-G-700 GPS / INS / MTI-G-710 GNSS / INS. MT Software Suite include le seguenti implementazioni: In-run Compass Calibration (ICC) e Representative Motion; Gyro bias estimation: nuove regolazioni del filtro che è in grado di determinare con più efficacia se l’unità è in movimento, il giroscopio è più veloce e più accurato; MTi improvements; MT Responsabile; MT SDK con i seguenti strumenti di sviluppo software: XsensDeviceApi.dll (XDA), Interfaccia DLL C, File di origine XDA – C, C ++ involucro, Il codice sorgente di esempio per MATLAB, DLL C, DLL C ++ e oggetto condiviso; Eseguibile campo magnetico Mapper (GUI) e MFM SDK; Aggiunte due nuove stringhe NMEA; Fissati alcuni bug delle versioni precedenti; La documentazione completa.

Le principali novità della Suite MT Software sono sicuramente la funzione “In-run Compass Calibration (ICC)” e la “Representative Motion”. La funzione ICC è un metodo di calibrazione dell’unità per mezzo di un algoritmo di bordo che non implica di effettuarla tramite un processore host esterno o un PC e che una volta attivata viene eseguita continuamente dall’unità permettendole di escludere le distorsioni magnetiche presenti nell’ambiente di funzionamento del sensore (ad es: il passaggio ripetuto di un drone sotto a un ponte di ferro). L’unità effettua una stima degli effetti di interferenza dei metalli e fornisce nuovi parametri di calibrazione del magnetometro in tempo reale. Il modo più semplice per testare l’ICC è quello di utilizzare la funzione “Representative Motion” in MT Manager (disponibile anche per  XDA e  protocollo di comunicazione Xbus di basso livello). Anche se è molto intuitivo utilizzare questa funzione richiamandola dall’ MT Manager, l’opzione è ideale per applicazioni embedded in cui non è possibile connettersi ad un PC.

 

MT Software Suite 4

Febbraio 2, 2017 / by / in
NovAtel – Rilasciato nuovo firmware per IMU-KVH1750

Questo aggiornamento del firmware fornito da Novatel e KVH principalmente serve a correggere  un bug software sul modello IMU-KVH1750 che può innescare a intermittenza cattivi stati di funzionamento dei giroscopi nell’IMU. Il risultato di questo bug è la perdita di tutte le funzionalità dell’ INS con la conseguente necessita di riavviare il sistema SPAN. L’aggiornamento riguarda il prodotto mod. IMU-KVH1750, in particolare tutte le unità fornite prima del 06 settembre 2016 con numero seriale a partire dal 1510k013. Inoltre riguarda anche le versioni firmware mod. ICB DSP Rev D Version 4.03 e ICB FPGA Rev 0x0a. Il problema si è verificato a intermittenza, infatti alcune IMU sono risultate difettose di fabbrica mentre per altre il problema si è verificato come conseguenza delle particolari condizioni ambientali di lavoro (es: posizionamento dell’unità in condizioni magnetiche molto forti). Il nuovo firmware può essere caricato direttamente nell’ IMU tramite una seriale RS-422 con baudrate 921.600. I clienti interessati da questa casistica possono utilizzare le istruzioni fornite per aggiornare l’unità oppure possono usufruire del canale di supporto di Novatel tramite procedura RMA. Le unità con numero seriale prima del 1510k013 non sono interessate da queso problema e pertanto il nuovo firmware non può essere caricato.

NovAtel Service Bulletin IMU_KVH1750 Software Issue_Final

Gennaio 31, 2017 / by / in